Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Legalità – Antimafia’ Category

Mercoledì 6 aprile presentiamo il libro “La regola – Giorno per giorno la ‘ndrangheta in Lombardia” con l’autore e giornalista Giampiero Rossi e Lorenzo Frigerio di Libera Informazione, ore 21.00, con la Libreria Sommaruga, presso il Caffé Letterario in via Fanfulla 3 a Lodi

Perché non ci vogliamo rassegnare alla normalità delle infiltrazioni mafiose. Organizzavamo la Carovana antimafia 15 anni fa, denunciando lo sbarco della Mafia qui al Nord.

Il 6 aprile faremo il punto con Giampiero Rossi che nel suo libro, Editore Laterza, “racconta l’avanzata del potere mafioso e il suo più recente salto di qualità, attraverso gli atti giudiziari, le valutazioni (sempre più allarmate) degli investigatori, le tardive confessioni di imprenditori, manager e politici che hanno accettato il patto col diavolo e – soprattutto – attraverso la viva voce dei boss e dei picciotti della ’ndrangheta del Nord, ascoltati in milioni di ore di intercettazioni telefoniche e ambientali“.

locandina

Annunci

Read Full Post »

Tutte le info su il sito dell’Osservatorio sul Lodigiano

COMUNICATO STAMPA VICENDA PREFETTO GIOFFRÈ

Nel gennaio 2012 si è insediato a Lodi il neo prefetto Pasquale Antonio Gioffrè.

Fin da subito la stampa locale, riprendendo fatti denunciati dalla Casa della Legalità  ha riportato alla luce vicende poco chiare che hanno coinvolto il dottor Gioffrè in passato.
In particolare, come hanno poi scritto anche quotidiani nazionali quali L’Unità e Il Fatto Quotidiano, il neo prefetto ha ricoperto la carica di vice presidente della “Città del Sole”, associazione il cui presidente, Salvatore Ottavio Cosma risulta, secondo un rapporto della Finanza del 2007, punto di contatto tra ‘ndrangheta e ambienti politici in Liguria. Non solo, tra i soci dell’Associazione appare anche Gregorio Fogliani, la cui famiglia è considerata dalla Dia di Genova “terminale locale per operazioni di reinvestimento di denaro di illecita provenienza”.

Inoltre, mentre ricopre la carica di vice prefetto di Genova, con delega alla sicurezza e ai beni sequestrati, la famiglia Caci, cui era stato sequestrato un appartamento per ordine della Dia di Caltanisetta, lo ha rioccupato. “Non apparteneva a me fare valutazioni circa la presenza o meno o il radicamento delle mafie” risponde il dottor Gioffrè al giornalista de Il Cittadino che gli chiede conto.

Queste alcune delle circostanze preoccupanti che sono apparse su giornali nazionali e locali e che sembrano non aver destato alcun interesse tra le istituzioni e i cittadini del Lodigiano.
Alla Camera e al Senato sono state però presentate due interrogazioni (n.5-06091 del 02/02/2012 e n.4-06803 del 07/02/2012) in cui si chiede che venga fatta luce su queste vicende.

Le dichiarazioni del dottor Gioffrè ci lasciano sorpresi e perplessi considerando che sono stata fatte da chi dovrebbe avere la responsabilità di vigilare su un territorio come quello lodigiano nel quale le mafie sono presenti, si sentono e si vedono.
Come cittadini, la cui sicurezza, che intendiamo anche come vigilanza rispetto alle infiltrazioni criminali, dipende anche dall’attenzione e dal lavoro svolto dalla Prefettura, chiediamo ai rappresentanti delle istituzioni locali, dei partiti, dei sindacati di verificare quanto sopra riportato e di rispondere in sede pubblica.
Li invitiamo a farsi parte attiva nel sostenere, insieme a noi, la richiesta di spiegazioni e di massima trasparenza nei confronti del neo prefetto di Lodi.
Chiediamo al dottor Gioffrè di rispondere pubblicamente in merito ai fatti che gli vengono contestati, anche nelle interrogazioni parlamentari, prendendo una posizione chiara poiché riteniamo che l’affermazione “non ho fatto nulla di cui vergognarmi” non sia sufficiente a tutelare l’immagine di un rappresentante del Governo.
Riteniamo che di fronte a questi fatti sia importante una condivisione pubblica per individuare insieme la migliore strada da percorrere per ottenere, con la massima chiarezza, tutte le risposte necessarie.

Vi invitiamo ad intervenire all’assemblea pubblica che si terrà giovedì 22 marzo 2012 alle ore 21,00 presso la Sala A. Granata (ex sala San Paolo, Biblioteca Laudense – Via Solferino, 72 – Lodi).
Nel caso non poteste partecipare all’incontro, vi chiediamo di inviarci una nota scritta che condivideremo con i presenti.

Al termine dell’assemblea verrà redatto dalle Associazioni un breve documento riassuntivo dell’incontro che verrà inviato al Presidente della Provincia, al Presidente del Consiglio, al Ministro degli Interni e ad organi della stampa nazionale.

Chiunque, associazione o singolo, volesse aderire sottoscrivendo il documento, può inviare il proprio nominativo a coordinamento.lodi@libero.it

Associazione culturale Adelante!
Associazione Cursa – Codogno
Associazione gaS LODIGIANO – Gruppo d’Acquisto Solidale
Coordinamento Legalità e Responsabilità del Lodigiano
Gruppo volontari Emergency di Lodi
Punto Informativo di Finanza Etica

Read Full Post »

Martedì 5 luglio 2011 –  ore 21.15
presso Casa del Popolo, via Selvagreca – Lodi

Associazione culturale Adelante!, Casa del Popolo, Libreria Sommaruga

presentano

ECLISSE DELLA DEMOCRAZIA
di Lorenzo Guadagnucci e Vittorio Agnoletto
editore Feltrinelli
Sarà presente VITTORIO AGNOLETTO

 

DIBATTITO PUBBLICO/INGRESSO LIBERO

 

Vittorio Agnoletto, all’epoca portavoce del Genoa social forum, e Lorenzo Guadagnucci, giornalista che si trovava nella scuola Diaz al momento del sanguinoso blitz, ripercorrono le giornate del luglio 2001 e portano alla luce, anche grazie al contributo di “voci” interne agli apparati dello stato, i tentativi di bloccare le inchieste, di condizionare i testimoni, di screditare gli inquirenti e indirizzare i processi. Enrico Zucca, pm al processo sui fatti della Diaz, per la prima volta racconta i retroscena dell’inchiesta più delicata ed esplosiva. Il bilancio del G8 di Genova, per la nostra democrazia, è impietoso: nel luglio 2001 vi è stata una caduta di legalità costituzionale, mai più sanata. Un ragazzo di 23 anni, Carlo Giuliani, è stato ucciso in piazza. Alimonda da un carabiniere. Alla scuola Diaz una perquisizione si è manifestata con i segni della mattanza, con pestaggi sistematici e l’arresto di 93 persone sulla base di prove false. Nella caserma di polizia di Bolzaneto si è praticata la tortura. Le inchieste della magistratura hanno portato alla condanna in secondo grado di decine di agenti, funzionari e dirigenti delle forze dell’ordine, inclusi i massimi vertici della polizia di stato e dei servizi segreti. Sono esiti giudiziari clamorosi, senza precedenti. Eppure tutti i condannati, svergognati da ricostruzioni dei fatti rigorose, sono rimasti al loro posto, con l’avallo dell’intero arco politico parlamentare. Il tragico luglio genovese del 2001 ha lasciato una pericolosa ferita aperta nella società italiana e nelle sue istituzioni. In questo libro si racconta il volto autentico (finora nascosto) del G8 di Genova e la sua eredità: un tracollo dei valori democratici, ma anche una proposta culturale e politica che resta vitale. Un racconto vero, non un romanzo. Il finale è ancora da scrivere, e riguarda tutti.

Read Full Post »

PAROLE, IMMAGINI, MUSICA CONTRO LE MAFIE

Lodi con Giulio Cavalli


Sabato 20 febbraio 2010 ore 10,30-13,00 PIAZZA BROLETTO – LODI

Partecipano: Gianni Barbacetto, Lorenzo Frigerio, Antonella Mascali, Ruben Oliva, Luca Pagni, Alberto Belloni, Guido Boletti, Raffaella De Stefano, Luciano Pagetti, Ilaria Rossetti, Sedna e altri artisti, giornalisti e scrittori (l’elenco è in fase di aggiornamento).

Promuovono: Adelante!, Amici del Nebiolo, Ciclodi, Circoscrizione dei Soci di Banca Etica della Provincia di Lodi, Clam, Coordinamento legalità e
responsabilità, Fabularia, Gas, Legambiente, Libera Lombardia, Lodi Solidale, Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale – MEIC, Punto Informazioni Finanza Etica, Rete Lilliput, Viviamo insieme il nostro quartiere Porta d’Adda.

“La speranza sta nell’esserci. Nell’assumere le nostre responsabilità.
Speranza che non è attesa passiva di un futuro migliore ma presente che chiede di essere orientato e accompagnato con scelte coraggiose, gesti concreti, parole credibili” Don Ciotti

VI ASPETTIAMO!!!!

Read Full Post »

“Il quartierino della finanza quattro anni dopo: cosa è cambiato?”
Giovedì 26 novembre 2009, ore 21 presso Aula magna Liceo “P. Verri”, via S.Francesco 9, Lodi
Incontro con Vittorio Malagutti, inviato de L’Espresso e Mario Gerevini, inviato del Corriere della Sera, già autori dello libro “Capitalismo di rapina” sulle vicende dei furbetti del quartierino, la scalta ad Antonventa, etc…
Il territorio lodigiano è stato al centro negli anni scorsi di un grosso scandalo bancario internazionale. Assenza di controlli, connivenza e malaffare tra politica e finanza, hanno consentito artificiose scalate societarie e imponenti truffe ai danni dei cittadini e dei risparmiatori. A Lodi e in Italia le truffe organizzate prima, il fallimento del sistema finanziario internazionale poi, hanno depredato le tasche dei risparmiatori. Gli autori del libro: “Capitalismo di rapina” ritornano a Lodi e ci diranno i particolari di come è andata a finire; ci illustreranno inoltre, da osservatori privilegiati, le distorsioni di sistema che hanno osservato in questi anni.
Promuovono Il Coordinamento dei Soci di Banca Etica e il Punto informativo di Finanza Etica, in collaborazione con molte associazioni territoriali (AC Diocesi di Lodi, Adelante!, Caritas Lodigiana, FIBA CISL, FISAC CGIL, Laboratorio per la Città, LAUS Vol, MAG2, MEIC, Rete Lilliput Nodo di Lodi) e con il patrocinio del Comune di Lodi.

Read Full Post »

Il programma completo.

 

frontecartolina

retrocartolina

Read Full Post »

Il giudice ci ha dato ragione.
Domani sera finalmente anche a Lodi lo spettacolo sui furbetti!
È davvero una soddisfazione enorme. Dopo tutti questi mesi di impegno!
Incollo sotto il comunicato stampa.

COMUNICATO STAMPA
Il giudice ci dà ragione: domani sera finalmente a Lodi lo spettacolo sui Furbetti!!!

Enorme soddisfazione.
Tutte le associazioni che in questi mesi hanno strenuamente lavorato per difendere la libertà di espressione e consentire la messa in scena dello spettacolo “Previsioni meteo: diluvio universale – The rise and fall of Gianpy” (di e con Eugenio de’Giorgi)” esprimono ENORME SODDISFAZIONE per la decisione del giudice che ha respinto l’ennesimo tentativo di Fiorani di bloccare lo spettacolo.
Dopo mesi di pressioni è stata fatta giustizia. È stata premiata la nostra determinazione e la nostra volontà di non farci intimidire.
Ora finalmente possiamo vedere anche a Lodi lo spettacolo che già è stato messo in scena altrove.
Ci pare particolarmente significativo che lo spettacolo alla fine si tenga proprio il 3 ottobre, giornata in cui la Federazione Nazionale Stampa Italiana ha indetto la manifestazione per difendere la libertà di stampa. Adesso a Lodi possiamo festeggiare perché abbiamo fermato il tentativo di censurare e minare la libertà di espressione sancito dall’articolo 21 della nostra Costituzione, che è stato anche citato nelle motivazioni della sentenza: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”
Vogliamo qui, infine, ringraziare quanti ci hanno sostenuto, a partire dai 1.000 cittadini che hanno firmato la nostra petizione.

Lodi, 2 ottobre 2009

Associazione culturale Adelante!, Associazione culturale Bottega dei Mestieri Teatrali – Teatro Nebiolo, Associazione culturale Casa del Popolo, Centro Documentazione Teatro Civile, Circoscrizione locale dei soci di Banca Etica della provincia di Lodi, Laboratorio per la Città, Legambiente Lodi, Punto Informativo Finanza Etica, Rete Lilliput-Nodo di Lodi.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: